Skip to content

Mercato 2012. Overture

3 febbraio 2012

Quest’anno iniziamo la rassegna mercato non con una ma con 10 giuliette spider, tutte in attesa di passare di mano e/o andare sotto i ferri. Incominciamo dalle aspiranti al titolo di regina d’incassi🙂

#1. La riconoscete? probabilmente no perché la foto fa schifo, ma si tratta della Spider Veloce del ’57 (# 1495F02129 – 1315 30742) recensita qui a Febbraio 2011, passata di mano e tornata sul mercato. Al tempo la richiesta era di € 54k e avevamo detto che stava sul mercato. Il mercato intanto s’è mosso, lei più del mercato, sicché ora vine proposta a € 85.000. Troppo per un restauro datato e documentato in modo lacunoso, ma prima o poi, visto l’andazzo, il mercato la raggiungerà.

 

#2. La seconda aspirante è una III serie normale bianca – restauro a regola d’arte e recentissimo curato da Bluccino – presentata alla Fiera di Padova dove probabilmente è stata venduta.

E rieccola in vendita. Anche questo ha l’aria del passaggio di mano a fini speculativi: ricomparsa a Treviso e proposta prima a € 73k, la richiesta è stata poi ritoccata al ribasso stabilizzandosi a € 69.500. Che dire… sull’annuncio c’è scritto che si tratta di “un’opera d’arte”, e ci mancherebbe; in chiusura c’è poi la tipica quanto sgarbata formula “non perdi tempo”. E i sognatori? Quelli pare di sì… beh ovvio: saranno in bella compagnia🙂

 

Torniamo con i piedi per terra: le quotazioni per una normale fresca di restauro si attestano intorno ai 50.000 euro. Altualmente sul mercato ce ne sono almeno due. Eccole:

#3. Normale celeste II serie, Italiana. Restauro appena ultimato e pare ben fatto. Non direi “da concorso” come recita l’annuncio (cassonetto filtro d’aria da Sprint, raggrinzante sul cruscotto discutibile, fascette di fortuna e qualche altro piccolo particolare) ma decisamente bella. € 49.900 la richiesta.

 

#4. 750D del ’58 rossa, Americana. #1495*03824 con motore 1315 43578 di primo equipaggiamento. Era nata Bianco AR008 (cioè biancospino) ma chissà perché la rifanno rossa. A parte la scomunica di Fazio, ben meritata, altro non si rischia perché alla Original Motors di Parigi i restauri li sanno fare. € 50.000 tondi chiavi in mano.

 

Non più freschissime

#5. Veloce III serie Biancospino, francese (?)  Annunciata un po’ dappertutto (1, 2, 3) e da un bel pezzo, questa veloce è tuttora in vetrina alla ELIS CAR di Verona o giù di lì. Ha una serie di particolari sbagliati e il vano motore, ma presumo anche il sottoscocca, spruzzati di un nero improponibile. A parte questo le fughe sono buone e, va da sé, si tratta di una veloce, con motore, ci dicono, e carburatori corretti. La richiesta è di € 43.000.

 

#6. Veloce III serie rossa, ASI oro         Un’altra Veloce, questa volta con tanto di targa oro, in vendita a Milano da GG Auto e annunciata su Autoscout a € 50.000 tondi. Restauro datato anche questo? Se anche fosse sembra tenuta molto bene. Radio dell’epoca o giù di lì, scritta ‘Veloce’ aftermarket, fendinebbia. Libretto e targhe originali e, visto che ci siamo, anche i kilometri, che sullo strumento sono addirittura solo 5293.

 

 

#7. 750D del ’57, Italiana. Restauro non recente ma con qualche intervento di ripristino eseguito da poco e verniciatura nuova. Anche qui sottoscocca imbrattato di nero; i fari posteriori sono da II serie e le ghiere proiettori sembrano da sprint ma non ci giurerei (le foto sono piccole e a bassa risoluzione). La richiesta è alta ma in ogni caso una spider italiana del ’57 con targhe nere dell’epoca è una vera rarità.

 

#8 Giulia spider grigio grafite. Annunciata su Autobelle, mi è piaciuta fin da subito: l’abbinamento grigio grafite-interni rossi (nuovi di pacca) è forse il più bello; sembra un’auto tenuta da vero appassionato; il prezzo – € 35k – è onesto e si accettano permute.

 

Rottami promettenti (a volte ritornano)

#9. Giulia del 1963 svizzera, da restauro  Direi anche assai mpegnativo. Fondi, piano bagagliaio e giromarmitta andati, cofano posteriore e parafango Dx forse, ma c’è anche la bottarella.

Cerchi anni ’70. Quasi completa, in vendita a Padova a € 9500 non trattabili.

 

 

#10. Giulia del 1962, americana  Rimpatriata via Stolze, questa giulia incerottata è in vendita a Brescia presso la Carrozzeria Baresi ed è annunciata su Autoscout24 a € 13.000. In condizioni un po’ meno disastrate della precedete, si tratta pur sempre di un restauro oneroso e impegnativo.

 

E questo è quanto, almeno per ora. Ce ne sono altre ovviamente, in Italia e fuori, ma una decina di spiderini in vendita tanto per avviare la nostra rassegna annuale mi sembra più che sifficiente. Cosa manca? Manca una veloce fresca di restauro. Ci stiamo lavorando, peccato che non le vedrete annunciate da nessuna parte😀

7 commenti leave one →
  1. mauro permalink
    5 febbraio 2012 1:40 pm

    Ciao Alejandro,

    sono “nuovo” del settore, essendomi innamorato della Giulietta spider a prima vista solo poche settimane fa. sono alla ricerca di un modello da acquistare e vorrei capire meglio il tema del “matching number”.
    La domanda é: se dovessi acquistare una Giulietta, matching number significa che il modello del motore é quello esatto adeguato al modello della giulietta (per esempio 10123*xxx + 00112*xxx)? O addirittura che il numero di telaio del modello corrisponde al numero di serie punzonato sul blocco motore?

    Nel secondo caso, c’e’ un registro online che posso consultare per verificare se la macchina ha veramente “matching numbers”?

    Grazie mille!!

    Ciao

    Mauro

  2. 5 febbraio 2012 3:29 pm

    Ciao Mauro Benvenuto!

    …la seconda che hai detto🙂

    ‘Matching number’ (MN) è locuzione americana che si può tradurre con ‘numeri combacianti’. Nell’accezione ristretta per MN si intende la corrispondenza dei numeri di telaio e monoblocco di primo equipaggiamento; in un’accezione più estesa la corrispondenza può interessare il cambio e altri componenti meccanici numerati, parti di carrozeria punzonate come i cofani etc. In una parola, una macchina è interamente MN quando conserva tutti i componenti essenziali istallati in fabbrica.

    Con ‘motore corretto’ s’intende invece un propulsone dotato di monoblocco diverso da quello di primo equipaggiamento, ma che oltre ad essere dello stesso modello ha una numerazione ricomplesa nell’intevallo corretto per il numero di telaio in questione.

    La verifica è un’altro paio di maniche. Di solito nemmeno l’Archivio Storico è in grado di certificare che sul telaio ‘x’ sia stato montato il motore ‘y’. Le targhette sotto il cofano di regola riportano (ma non sempre) punzonati entrambi i numeri, ma va da sé la targhetta è facilmente falsificabile.

    In alcuni casi fortunati (come il mio😀 ) tra la documentazione della vettura è possibile trovare riferimenti al numero di motore montato. Io ho per esempio un foglio del reparto montaggio che, presumo, il proprietario precedente si fece spedire dall’Archivio accluso a una lettera di richiesta info degli anni ’70: c’è scritto di pugno il n° di motore 00046 accanto al n° di telaio della mia spider.

    Un suggerimento: non perderci il sogno. Se il motore è di primo equipaggiamento tanto meglio, ma la cosa importante è che sia “corretto” 😉

  3. Emanuele permalink
    5 febbraio 2012 8:10 pm

    ciao Ale, non sai come godo vedere che le nostre salgono sul mercato.. yuhuu!😉

    • 6 febbraio 2012 10:45 pm

      ciao a tutti,alcuni prezzi mi sembrano veramente fuori da ogni logica..sicuramente un restauro a regola d’arte ha un costo importante…io ne ho qulche idea visto che mi sto sporcando le mani e aprendo il portafogli… ma proporre una giulietta a 85k e’ una eresia…alla fine se ci pensiamo sono 4 pezzi messi assieme …senza offesa per la mia amata giuly!!!!
      pertanto come tutte le cose si tente a creare solo una bolla speculativa che crea solo danni… questa e’ la mia opinione! se la macchina e’ appartenuta a Sergio Pininfarina puo’ valere 50k🙂🙂 saluti

  4. Emanuele permalink
    10 febbraio 2012 6:50 pm

    Caro Roberto il mercato lo fa la domanda, e se sparano alto è perchè c’è richiesta di giuliette, e di gente che è propenso a pagarle tanto. Vedasi discorso porsche o meglio dire le lancia B20 a 80k per non parlare della B24 sui 170/180k , queste allora non sono sopravvalutate per quelle che sono? e se sono arrivate a tanto è perchè magari qualcuno li ha veramente contanti tanti soldini.
    E poi diciamo la verità, è un mercato per super ricchi che non sanno dove buttare i loro risparmi.
    Io non guarderei ai 4 pezzi messi insieme, che per carità il discorso ci sta, ma in questo mondo di pazzi non va così…
    saluti

    • mauro permalink
      12 febbraio 2012 10:27 pm

      Ciao Alejandro,

      mi sono appena ricordato di essermi dimenticato di dire: Grazie! :-))

      A presto

      Ciao

      Mauro

  5. 10 febbraio 2012 7:14 pm

    Infatti godiamo un po’ tutti🙂
    Si dice che la giulietta sia un “assegno circolare”, anche se per ora di circolare ci vedo solo la bocca del vortice dove vanno a finire tutti i quattrini che sto spendendo per restaurarla.

    @ Roberto. M spiace ma il tuo commento era andato a finire tra lo spam: lo vedo solo ora. (C’è un dispositivo automatico che filtra i commenti in entrata e probabilmente il tuo conteneva qualcosa di strano🙂 )

    Hai ragione, ma c’è una considerazione da fare secondo me, ed è che certi modelli di giulietta, per rarità o pregio intrinseco, stanno incrociando le preferenze di un’altra fascia di utenza, immediatamente superiore, dotata di risorse economiche importanti. Questo incoraggia richieste altisonanti, che certo non “fanno mercato” (un po’ come, per coverso, le quotazioni da biancaneveeisettenani delle riviste di settore), ma intanto stanno lì a testimonianza che il mercato di queste vetture sta diventando molto fluido.

    Quella è una Veloce del 57. Se fosse un restauro recente fatto ai massimi livelli e documentato con dovizia di particolari quella richiesta non mi scandalizzerebbe più di tanto. Trovo invece più curioso, a meno che qualcosa non mi sfugga, il caso della normale III serie a quasi 70😕

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: