Skip to content

Restauro strumentazione (prima parte)

9 dicembre 2012

Ecco come si presentavano gli strumenti di bordo della mia giulietta prima del restauro: come quasi tutto il resto, in condizioni piuttosto disastrate. C’è proprio da chiedersi sotto l’egida di quale santo un trio così malmesso possa tornare allo splendore di una volta e riprendere a fare il proprio lavoro.

Gli strumenti prima del restauro

Sì, perché a smontare, pulire e insomma a smanettare sui pezzi, magari per soddisfare una sana curiosità, siamo più o meno capaci tutti quanti. A un certo punto però, rotto l’uovo, spuntano quei dispositivi complessi e delicati il cui compito è di metterci sott’occhio tutti i parametri del nostro mezzo. Se quelle meccaniche sono alla frutta non c’è santo che tenga: fine dei giochi, si va dall’esperto e che lo sia veramente.

E’ precisamente quel che ho fatto io e ve lo mostro in un breve video, compreso il momento della consegna degli strumenti. Lì ho anche avuto modo di esaminare un set di strumenti appena restaurati, quelli di Marco di Padova, che ringrazio per la dritta. Guardateli e giudicate voi😯

 

Poco ma sicuro, in questo caso l’applauso non è solo un finale ad effetto. Restauro eccellente sotto ogni aspetto: strumenti come nuovi, anche meglio. Non a caso il professionista che ha eseguito il lavoro e compare alla fine del video (presto le presentazioni) vanta una lunga esperienza nel settore e numerosi riconoscimenti. E guardate un po: ha appena finito anche i miei😀

giulietta_veloce_restored_gauges giulietta_veloce_restored_gauges_01Eccoveli. Notate che a differenza di quelli mostrati nel video i miei sono stati oltre che restaurati, e testati ovviamente, anche convertiti agli standard europei: Kmh e gradi celsius; il che comporta non solo il rifacimento dai quadranti (le ghiere numerate le avevo già) ma anche qualche altro lavoretto meccanico di cui vi dirò la prossima volta.

Infatti ho in mente di pubblicare un secondo post in tema, con una galleria fotografica e la descrizione dettagliata di ogni fase del restauro. Presto, si fa per dire, ormai l’anno prossimo😉

7 commenti leave one →
  1. fazertausend permalink
    11 dicembre 2012 4:50 pm

    Cari Signori…….. avete assistito al non plus ultra di quello che si chiama RESTAURO!!!!! Inutile sbattere la testa a destra e a manca…… Se dovete fare un RESTAURO il SIGNORE che vedete nel video….. è in grado di farlo!!!!! E per non denigrare “troppo” chi si spaccia per restauratore non aggiungo altro…..!!!!! Questa persona è un MAESTRO con delle nobili mani e un nobile animo……. Bravo amico mio…. sei un GRANDE!!!!!!!!!!!! Andrea.

  2. jose permalink
    14 dicembre 2012 12:16 am

    Veramente fanno paura di quanto sono belli, lavoro fatto a regola d’arte…. Vi racconto la mia invece: gli strumenti del mio osso mandati a restaurare tramite un amico (insieme a i suoi) alla casa del contachilometro a Bologna segnalati a lui perchè erano molto bravi invece… non valgono un c….
    Tornati in dietro con delle ghiere di diversa tonalità, con delle goccie bianche sul quadro, da dietro sembravano apperti con un apriscattole…
    Portati al mio meccanico perchè non li volevo vedere, spedite a un’altra persona (mago del restauro che non conosco) ritornati in dietro perfetti sono meravigliosi oltre che a sistemarli perchè sul conta si sentiva un rumore…
    Aspetto la presentazione per capire se è la stessa persona che le ha sistemato a me…

  3. alessio permalink
    31 dicembre 2012 6:39 pm

    Ciao Alejandro sono Alessio da Padova, volevo chiederti se era possibile conoscere il maestro del restauro, in modo che possa darli anch’io in mani esperte.

    Grazie

  4. Davide permalink
    14 marzo 2013 6:09 pm

    Ciao a tutti,
    hai detto bene Alejandro nel post successivo ” la qualità si paga ed è giusto che sia così.”
    Purtroppo tanti iniziano un restauro con la presunzione di volere tutto fatto alla perfezione senza spendere troppo!

  5. 19 dicembre 2014 5:00 pm

    Conosco il signor Tullio Paccagnella da circa 15 anni periodo che mi ha permesso di stringere con lui un’ amicizia cementata dalla stima per la bontà d’ animo e notevole disponibilità mostrata non solo nei miei confronti ma anche con qualsivoglia persona che entrasse con lui in contatto. Io sono un medico e non ho alcuna competenza tecnica per valutare la professionalità, se esclusiva, del signor Tullio , intesa come fine restauratore di strumenti di precisione . Posso però dire che le sua capacità vanno ben oltre il far risorgere strumentazione tecnica automobilistica essendo il nostro fine meccanico di auto . Aggiungo che sempre il signor Tullio ha provveduto con la sua competenza a restaurare la mia Porsche 911 sc in modo egregio avvalendosi ovviamente dell’ apporto determinante del carrozziere ma provvedendo da solo al rimontaggio delle singole parti e meccaniche e motoristiche dell’ auto- Al di là di qualunque edulcorazione , questa vostra rubrica mi ha dato la possibilità di esprimermi su una persona nei riguardi del quale nutro stima e posso dire ormai affetto .
    grazie
    renato brandolese (padova)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: