Skip to content

2013: il mercato in prospettiva

12 gennaio 2013

Come già l’anno scorso, incominciamo il 2013 con una rassegna di giuliette spider sul mercato. La maggior parte se non tutte sono state messe in vendita negli ultimi mesi del 2012, alcune già recensite quindi escluse dalla rassegna. Eccovele: fresche di restauro, vissute ma guidabili e ferracci da salvare. Di veloci solo una: incominciamo da lei.

mercato2013_01

Seconda serie in Celeste Pininfarina con meno di 5k km dal restauro, eseguito “nel pieno rispetto dell’originalità” ci assicura il proprietario; la targa oro ASI dovrebbe confermare. Il volante è un Peretti, i cerchi fergat. La macchina è a Lodi e viene proposta su Subito a € 48.000, prezzo in linea col mercato e persino invitante se il motore è il suo e il restauro ben documentato.

Peccato il targone postmoderno: ci sta come il numero di passaporto tatuato in fronte alla Gioconda! Ma lei non ne ha colpa: qualcuno dovrebbe fare qualcosa per finire con questo scempio.

 

Restauri recenti

mercato2013_02Più spinta la richiesta per questa ‘normale’ II serie rossa con targhe dell’epoca, proposta dalla Soccol cars & Boats di Milano a € 47.800. Restauro “da concorso” dicono, ma i cerchi anteriori sono Borrani e i posteriori fergat, lo specchietto interno è da III serie e la scritta Pininfarina sotto lo stemma laterale non ci va. Note che stonano, come nel testo dell’annuncio, non direi da profondo conoscitore del modello.

 

nera_iiseriePiù invitante anche se ritargata questa americana rimpatriata, seconda serie nera con interni rossi freschissimi. Anche lei con meno di 5ooo km percorsi dal restauro, curato “nei dettagli” dall’attuale proprietario, dato che se confermato potrebbe fare la differenza. Intanto, le fughe cofani e porte sono impeccabili.

L’auto è a Roncadelle, annunciata con richiesta di € 40mila tondi.

 

mercato2013_04Per la stessa cifra l’opzione è questa seconda serie Celeste Pininfarina del 1960, orgogliosa della sua ciclistica. Secondo me le ruote a raggi sulla giulietta stanno come il pepe su… la panna cotta, ma son gusti. Il restauro è recentissimo e sembra ottimamente eseguito. Le targhe, coperte, sono dell’epoca?

L’auto è a Rivarolo Canavese (To), annunciata anche questa su Subito.it

 

mercato2013_03Meno fresca ma bella questa terza serie (o II con fari posteriore da III) bianco spino con targhe ravennate dell’epoca, nonostante il volante da GTA, qualcosa da rivedere all’interno del vano motore e visto che ci siamo nella parte interna del cofano, privo delle targhette di identificazione.

L’auto è in vendita presso la Vip Classic Cars di Sturno (AV) e la richiesta punta in alto: € 45.000.

 

Vissute ma guidabili

e forse anche, con un po’ di fortuna, godibili. Fra queste la regina indiscussa è una vecchietta passo corto con tanta voglia di MM. Guardatela!

1956_00612

Spider del “1956 colore acqua di fonte cambio al volante”, telaio 00612. Esemplare rarissimo: in molti farebbero cose turche pur di averlo, per cui se le foto, che però mi sembrano un po’ datate, la raccontano giusta e il motore, chissà, è di primo equipaggiamento, la richiesta di € 55.000 non dovrebbe apparire esorbitante.

00135Per la cronaca, lo stesso inserzionista propone un altro pezzo da novanta: la 00135. Sembra un restauro andato in stallo, ed è un bene, perché affrontato senza alcun riguardo per l’originalità e in aggiunta con un orrido gusto per gli abbinamenti cromatici stridenti: date un’occhiata alla tappezzeria giallo canarino:mrgreen:

 

1957_infiocchettataUn’altra vecchietta, la 00941, ci viene presentata stucchevolmente infiochettata in attesa degli sposi😀 L’inserzionista merita però tutta la nostra indulgenza, perché a differenza dei tanti almeno il n° di telaio lo mette in chiaro (e il motore?). Meccanica revisionata, interni “forse”… forse? sicuramente da rifare. Beh, è pur sempre un passo corto del 1957 (con volante e cofano da giulia, però… incidentino?).  € 34.000.

 

brindisiDalle primissime alle ultime passo corto costruite, questa rossa del 1959, “restaurata da molti anni” ma con appena 12.500 km sembra ancora in ottime condizioni. Tappetini nuovi, sostituzione dei fanali posteriori e della cuffia cambio (ma chi c… ha verniciato la coppa dell’olio?!) lucidatina e… se la vista ravvicinata non mi smentisce, scommetto che a € 35.000 questa spider sparisce dal mercato a breve.

 

giulietta_ghibli_garageAl Ghibli Garage di Magione (Pg) propongono una seconda serie bianca matching numbers con nome e cognome: la AR 10275 con motore 102*16163. Restauro non recente, l’auto non nasconde i segni dell’uso e avrebbe bisogno qualche zincatura (vedi chiusura cofano e guide sedili) e insomma di una rinfrescata generale, ma se come annunciato il bialbero suona a dovere il mezzo dovrebbe avere ancora parecchia strada da fare.

La richiesta è di € 36.500

 

biancaA € 39.000 abbiamo una sedicente passo corto bianca con interni rossi del 1957, che a me sembra una seconda serie del ’60 a tutto tondo. La carrozzeria sembra in gran forma, lo stesso dicasi per il vano motore, vissuto ma in ordine (da sostituire in filtro benza). La luce targa non torna, ma in compenso c’è il pregevole volante Nardi dell’epoca.

L’uto è visibile a Bergamo.

 

Ferracci da salvare

Magra l’offerta di progetti di restauro, in qualche caso poi vecchie conoscenze ancora in vetrina.

pg_projectDalle tenebra di un garage perugino emerge questa scocca scalcinata, senza parabrezza né sedili. E’ una II serie. La tentazione al cannibalismo è forte, ma il motore 102 c’è, l’albero di tramissione giace di traverso sul pianale da rifare. Non vedo il cambio però, né il solex, e quella botta sul parafango e la macchia rossa su grigio stucco sono presagi nefasti. La richiesta è di € 11.500. Trattabili?

 

pd_projectDa padova un’altra seconda serie americana, completa, “sana, dritta non incidentata o riparata, fondi da rifare, porte, cofani e fondo baule sani.” La descrizione telegrafica ma precisa ispira fiducia. Il motore poi è smontato in modo da evitare sorprese… visto mai un basamento alla frutta? Una testata arrostita? Del tritatino di bielle? Qui se non altro è tutto in bella vista: la base c’è, a  € 13.000.

 

E con questo chiudiamo la nostra rassegna, limitata al mercato italiano e senza pretese di esaustività s’intende: googlate, cercate, valutate😉

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: