Skip to content

Unmasked Beauty

12 aprile 2015

Ecco le imagini che avrei voluto mostrarvi per prime: la Giulietta nel forno (sotto: fotografie di Moreno, grazie!) e poi nel video appena sfornata, colta nel momento in cui viene tolta via l’accuratissima mascheratura, sotto l’occhio vigile del Sig. Domenico che ci comanda entrambi a bacchetta🙂

 

Anche se ci conosciamo ormai da più di tre anni, a volte il Maestro non si accorge quand’è che sto scherzando, come a 6.15, momento in cui sparo una battutaccia e fingo di preoccuparmi mentre lui prova i baffi, peraltro opportunamente ricoperti di nastro. Così poi quando li toglie mi becco la meritata ramanzina😀 “Vedi là, abbiamo rovinato qualcosa? Gli scodellini son perfetti”.

giulietta-spider-paint-shop

Come ogni altra cosa Sior Domenico, ci mancherebbe! Le mie più sincere congratulazioni, meritatissime. Che lavoro ragazzi! Pensate che all’inizio il programma era di far fare da lui la lattonatura soltanto. Poi quando ho visto i loro lavori di verniciatura (e soprattutto le auto verniciate una quindicina di anni fa tornare in carrozzeria per qualche graffietto con la pelle ancora perfetta) non ho avuto più dubbi: andiamo avanti con la preparazione della scocca e poi giù di Rosso Alfa!

giulietta-spider-paint-shop_04

E ora sapete che vi dico… ci piazzo le tende: via al rimontaggio, sì proprio lì, in quella specie di clinica di lusso per signorine d’altri tempi, dove tutto è sempre a posto, lindo e ordinato e dalla lastratura all’ultima mano di vernice l’attenzione certosina per il dettaglio non viene meno neppure per un secondo.

giulietta-spider-paint-shop_02giulietta-spider-paint-shop_03Ecco le varie fasi del lavoro (esclusa la lattonatura vera e propria) eseguito da Domenico e Moreno sulla scocca, con il dettaglio dei prodotti impiegati nella preparazione e poi verniciatura.

1) Lamiera nuda. A lattonatura terminata si riparte da un’accurata ispezione delle superfici: ogni imperfezione viene ribattuta finché non si sia persuasi di aver messo lo stucco fuori dalla scena.

2) Sgrassatura. Sulla scocca viene applicato un prodotto sgrassante per ottimizzare l’adesione del fondo.

3) Carteggiatura 1. La prima carteggiata integrale a lamiera nuda viene data con carta a grana 80.

4) Fondo Epoxi. Il fondo utilizzato è il Dupont Cromax Epoxy Primer 840R, con diluente XB383 e catalizzatore 848, sempre Dupont.

5) Carteggiatura 2. Il fondo viene carteggiato con carta a grana 320, poi rifinito con paglietta.

6) Stucco liquido. Sulla superficie ottenuta viene applicato lo stucco liquido polyester, diluito e catalizzato.

7) Nero Spia. A questo punto viene dato il nero spia così che l’occhio possa aiutare il tatto nella levigatura.

8) Carteggiatura 3. La scocca viene ricarteggiata a secco con carta a tre granature diverse: 180, 220, infine di nuovo 320.

9) Fondo definitivo e carteggiatura fine. Infine viene applicato il fondo definitivo e ancora una volta la scocca viene carteggiata, questa volta a grana 400 e poi 500.

10) Vernciciatura. Già in forno, la scocca riceve due mani di lucido diretto MaxMeyer (dettaglio dei prodotti nel video a 10′.30”).

Il lavoro ha richiesto due mesi, comprese le more fra un’applicazione e l’altra, e oltre 200 ore di lavoro. Ho sorvolato sul lavoro di mascheratura, che come avete visto si smonta in un attimo: metterlo su con quell’accuratezza è un’altro paio di maniche e, come dice il maestro, anche questo richiede tempo.

Quanto al ‘fondo definitivo’, si tratta di un passaggio in più che di solito, mi accennava Moreno, non viene eseguito dalla maggior parte dei carrozziere, ma che in base alla loro esperienza garantisce massima resistenza e durabilità alla vernice. Chi vivrà vedrà: il risultato intanto lo si vede subito:

Giuliettaspider-top-quality.paint

Insomma, per citare ancora Domenico… “una così non la trovi in giro”. Se avete guardato da vicino le tante giuliette presenti a Milano Autoclassica lo scorso mese ne avete già la conferma.

5 commenti leave one →
  1. nino permalink
    12 aprile 2015 6:55 pm

    complimenti ale sta venendo un capolavoro … ma poi ci uscirai? ihihihihi

    • 12 aprile 2015 7:13 pm

      Ma certo che uscirò… a piedi fino in piazza a far vedere le foto😀
      Nah la userò eccome!
      Grazie Nino😉

  2. Jose permalink
    16 aprile 2015 5:55 am

    Fantastica poi Rossa che dire Unmasked Beauty…

  3. diego permalink
    19 aprile 2015 2:39 pm

    Ciao Alejandro,la tua giulietta è uno spettacolo. L’ho vista giovedì quando ho portato la mia (che purtroppo l’ho fatta lattonare da un minc…….) dal prof. Domenico. Non ti dico quante imprecazioni……
    A presto Diego

    • 19 aprile 2015 4:03 pm

      Bravo Diego… alla fine ti sei deciso! Niente paura: anche la mia è arrivata con qualche minchionata di troppo, prontamente sistemata da Domenico. Moreno poi ti bissa il capolavoro e anche la tua sarà uno spettacolo😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: