Skip to content

33 Alfa e mezzo a 2000 Ruote

20 novembre 2016

Volete mettere su una collezione di auto classiche a 6 zeri? No, rapinare banche non è una buona idea, meglio lavorare con loro: furgone portavalori, sala da conta e conta conta che un po’ alla volta fai un buco da 40 milioni. Ottimamente investiti, per carità; peccato che prima o poi fanno la fine di queste.

ferrari-275gtb-6c-alloy

430 vetture (per limitarci alle 4 ruote) nell’asta più importante mai avvenuta in Europa. Accadrà il prossimo fine settimana a 2000 Ruote, organizzata dalla RM Auctions nel contesto di Milano Autoclassica. Tra i pezzi da 90 una Ferrari 275 GTB/6c alloy, 6 esemplari prodotti, con stima d’asta fino a 2,8 milioncini. Ma c’è di tutto e di più, e nessuna riserva!

Rappresentatissime le grandi case italiane, con Ferrari in testa appunto: oltre alla diva in foto ci sono infatti svariate 250, 330, 365, fra cui una Daytona, 550 e 575, una Dino, una F40! e una mezza dozzina di testarossa. Ma anche Maserati non scherza: oltre alla rara e costosa MC12 stradale con stima milionaria, ci sono due 3500GT, marciante e da restauro, tre ghibli 4.9 e una 4.7, un paio di Mistral, una Khamsin e due bellissime Sebring.

maserati-3500gtmaserati-sebringmaserati-ghibli-49 Ben 33 le Alfa Romeo (e mezza se contiamo anche la 6c progetto pickup), fra cui la più blasonata una stupenda GTA telaio AR 613721. Fra le più anziane un’altra 6c, l’austera ma bella 2500 Sport Touring Coupé Aerlux, e una 1900 CS Pininfarina.

ar-6c-2500ar-6c-2500s-touringar-1900cs-pf

E certamente non potevano mancare le Giuliette: due Sprint, di cui una veloce con passato corsaiolo, una Sprint speciale e quattro spiders.

ar-giulietta-1957ar-giulietta-sprint-velocear-giulietta-sprint-speciale

Fra le quali la diva dell’asta – in questo modesto comparto s’intende, dedicato allo spiderino del portello – l’esemplare n° 00016!

ar-giulietta-00016

Eccola, in ottima forma, tirata a metallo nudo ed incelofanata per l’occasione, con il caratteristico parafiamma dei modelli pre-’57 e il cruscotto delle primissime della serie. Presentata come un esemplare del “1955”, se non vado errato dovrebbe essere stata costruita l’anno successivo.

ar-giulietta-00016-bar-giulietta-00016-aar-giulietta-00016-c

La stima d’asta è tra i 35 e i 40k euro, ma persino il sottoscritto, spolpato com’è da un oneroso restauro, potendo offrirebbe qualcosa in più… staremo a vedere.

Si diceva appunto ‘senza riserva’, ma non facciamoci illusioni. La politica della casa d’aste per questa particolarissima occasione è chiara: inondare il web – e per tempo – di pubblicità sul grande evento, e sparare stime d’asta quanto mai lontane dal mercato reale, pur di attirare la maggior quantità di collezionisti possibile: saranno lì (o al telefono da chissà dove) a darsi battaglia a suon di rilanci. Sarà uno spettacolo, e io sarò lì. Arrivederci a Milano.

 

2 commenti leave one →
  1. Luca permalink
    21 novembre 2016 9:10 am

    …sono proprio curioso di veder dal vivo quella punzonatura…ed anche quelle della Sprint Veloce…………..

  2. Ci.Di. permalink
    21 novembre 2016 8:49 pm

    I dati a sabato dicevano 6.000 iscritti per partecipare all’asta che hanno versato 100 Eur a testa !!!
    Oltre a questo richiesto fidejussione bancaria e/o carta di credito con plafond elevato…
    Hanno già vinto gli organizzatori.

    La maggior parte delle vetture è senza documenti poichè il “signore” non li ha fatti trovare.

    Vedremo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: