Skip to content

Fanali Posteriori Altissimo

12 febbraio 2017

Alla OFG me li chiedono da settimane. E questa volta non è che manchino; al contrario: ne ho troppi e non so decidere quali di questi montare sulla mia macchinina, quali tenermi di scorta e infine cosa destinare al mercatino a disposizione di altri giuliettisti.

giulietta-spider-altissimo-tail-lights

Sono dispari, qualcuno montato, i più semismontati, qualcuno ricromato, altri mai, tutti quanti un po’ sporchi ma sani. Li ho raccolti negli anni sempre alla ricerca del fanale perfetto, che non significa necessariamente Nuovo-da-fondo-Magazzino (spesso tenuti male e ridotti peggio), ma proprio perfetto, senza rigature su plastica e cromature, con i gruppi elettrici integri e la cuffia in gomma ancora morbida.

giulietta-spider-altissimo-tail-lights_00

E a dirla tutta, in questa sparuta categoria ho trovato solo le plastiche, l’unica cosa su cui non ho dubbi: belle che sembrano finte! Per il resto dovrò fare una bella cernita pezzo per pezzo. Quanto al corpo fanale credo che userò i ricromati, anche perché ho notato che il punto dove la cromatura salta per prima è quello scaldato dalle lampadine, e se lì la superficie non è specchiata la luce sarà più fioca.

giulietta-spider-altissimo-tail-lights_04giulietta-spider-altissimo-tail-lights_03giulietta-spider-altissimo-tail-lights_01

Sì insomma la configurazione sarà più o meno quella lì: plastiche NOS, corpi ricromati, cuffie le migliori e i gruppi elettrici che ho scelto e ripulito per benino. E le viti? Non le ho fotografate ma anche queste le ho trovate nuove, quindi saranno la ciliegina sulla torta. Ah ecco, ci vorranno anche le ghiere interne, zincate a suo tempo e anche loro in soprannumero.

giulietta-spider-altissimo-tail-lights_06

 

Una rogna in questi fanali sono le guarnizioni. Non escludo di trovarne fra le tante almeno due ancora in forma, ma il materiale impiegato al tempo, per quanto ben conservato sia il fanale, di solito oggi è decisamente al capolinea, sfarinato quando va bene oppure peggio completamente dissolto e appiccicaticcio. Il guaio è che nessuno li riproduce, nemmeno Cicognani.

giulietta-spider-altissimo-tail-lights_07

Bisognerà mettersi di buona volontà, taglierino in mano, a fabbricarne un paio su misura. A proposito, se come me avete preoccupanti compulsioni all’accumulo seriale, state attenti alle plastiche, perché ho trovato che ce ne sono di due tipi. Sempre Altissimo, ma a quanto pare la stragrande maggioranza ha delle scritte con marchio, seriale e omologazioni varie, ma spunta anche quello con la scritta Altissimo e basta.

giulietta-spider-altissimo-tail-lights_05giulietta-spider-altissimo-tail-light_01giulietta-spider-altissimo-tail-lightE questo è quanto. La settimana prossima – oltre all’aggiornamento sul rimontaggio in corso all’Old Factory Garage – passiamo alla concorrenza: Carello, chi altri, di cui vi proporrò un manualetto imperdibile con l’elenco di tutti i dispositivi illuminanti del marchio impiegati su vetture Alfa Romeo. A presto.

Annunci
5 commenti leave one →
  1. Domenico permalink
    13 febbraio 2017 6:12 pm

    Per le guarnizioni potresti rifarle utilizzando il sintagom della Prochima.

    • 13 febbraio 2017 9:56 pm

      Buona idea 🙂
      Contavo di prenderne un po’ anche per altre applicazioni.

  2. Bill permalink
    14 febbraio 2017 12:23 am

    Ciao Alejandro, ti ho scritto qualche giorni fa- forse l’email è finito in spam?
    -Bill in California

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: