Vai al contenuto

La prima volta della GF ad Automotodepoca

12 novembre 2017

E anche la mia, da “Testimonial”. Ma qui tutta la nostra attenzione va all’esordio in fiera della Carozzeria GF di Tezze sul Brenta, gestita da Annachiara e Luciano. In una parola, successone: bello, sobrio, essenziale lo stand allestito; fitta la presenza di pubblico, interessato, partecipe ed entusiasta.

E non poteva andare diversamente, quando si ha il coraggio di mostrare a cuore aperto il risultato delle proprie fatiche. Diciamolo subito: sapete cosa mi ha maggiormente colpito in quei due giorni lì a parlare con i visitatori? Presto detto, che buona parte di questi sono alla ricerca di professionisti seri in grado di porre rimedio a interventi di restauro a dir poco discutibili sulle proprie auto d’epoca, quando non a ri-restaurare vetture cadute in mano a praticoni dell’ultima ora.

E quando ti trovi in questa scomoda posizione l’auto rifinita di tutto punto e lucidata per stare in vetrina non ti dice proprio nulla, perché ci sei già passato; perché hai capito insomma che anche un crostone rimesso su in fretta e furia può fare la sua porca figura. Il cliente – ed era ora – è maturato: esige risultati all’altezza, pretende di essere coinvolto nel processo di restauro, vuole vedere anche sottopelle.

Perciò, la decisione di portare in fiera due scocche in primer si è dimostrata quanto mai azzeccata. Di fronte alla Giulietta nuda di Joseph cosa vuoi stare a domandare?  E’ tutta lì, perfettamente simmetrica da dove la si guardi, liscia al tatto senza stucco, sanissima. Curioso sui dettagli della lavorazione? Ci sono centinaia di fotografie e decine di filmati – in buona parte farina del mio sacco – che mostrano per filo e per segno l’intero processo.

Ma domande e richieste non si sono fatte attendere, anzi: ne siamo stati subissati. Non vi dico poi in quanti hanno provato a portarsi a casa quelle benedette scocche! Spiacenti, non sono in vendita. E per ogni richiesta la figura giusta, dagli aspetti gestionali e commerciali a carico dei titolari alle descrizioni dettagliate di chi è con le mani in pasta: Tiziano e Moreno. Insomma un esordio in grande stile. Congratulazioni a tutto lo staff.

E per finire una nota critica: non rivolta a loro ma all’organizzazione di Automotodepoca. Guardate la figura sotto. Non vi manca qualcosa? Ci avete mai fatto caso che non c’è un dannato mezzo padiglione che raccolga insieme i restauratori?

Come fosse scontato; come se il lungo e travagliato percorso dal rottame promettente all’auto restaurata (l’uno e l’altra ben rappresentati nei numerosi padiglioni dedicati ai ‘Commercianti auto’) fosse tutto sommato qualcosa da tenere fuori dalla portata dei riflettori. Così, i restauratori sono confinati qua e là in qualche angolo sperduto fra la pletora dei suddetti commercianti.

Si parla tanto di “valorizzare” le maestranze del settore; ci si lamenta della scomparsa di mestieri senza i quali il restauro stesso è destinato a scomparire. Ebbene io dico che sarebbe una bella idea dedicare nel contesto della Fiera uno spazio specifico a quest’attività – tutt’altro che marginale e anzi com’è evidente centrale nell’ambito dell’auto d’epoca – orientando l’attenzione del pubblico nella giusta direzione, verso la valorizzazione della qualità, della tradizione e, perché no, della responsabilità, anche storica, che un tale lavoro – se svolto con professionalità – si assume su di sé. Un altr’anno? Forse.

 

 

One Comment leave one →
  1. Anto permalink
    12 novembre 2017 6:37 PM

    Osservazione che condivido, e che avevo manifestato ai miei compagni di viaggio dirante la visita. Anche i ricambisti che già sono molto meglio organizzati, si potrebbero dividere per categoria

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: