Vai al contenuto

Restauri d’autore: *AR 1495 F 05994*

24 febbraio 2019

La veloce AR 1495 F 05994 è una nostra vecchia conoscenza, e sono stato l’ultimo a saperlo. L’avevo avvistata bisognosa di ogni cura a Costa Mesa, California, nel dicembre del 2011; poi rivista a Padova l’anno scorso e giustamente proclamata ‘Regina della mostra’: merito di un restauro di altissimo livello.

Devo a Piero Poli, della Undici HP di Padova, e l’attenta segnalazione (ebbene sì: non mi ero accorto di aver parlato per ben due volte della stessa Giulietta!) e la ricca documentazione fotografica che vedrete nelle gallerie qui sotto.

Infatti vale la pena ripercorrere il lungo viaggio che ha riportato questo esemplare – nato il 21 febbraio 1959 – di nuovo in Italia e, soprattutto, dallo stato di progetto di restauro piuttosto impegnativo alle splendide condizioni in cui si presenta oggi. Ripartiamo dunque da dov’eravamo rimasti nel 2011: diamo un’occhiata a come si presentava allora il progetto.

Non male: meglio di quanto lasciassero presagire le foto in quel simpatico cortile californiano. A eccezione del gruppo propulsore, l’esemplare appare competo, con ruggine nei soliti punti: pianale – dunque sottoporta -, piano bagagliera, fondi porte e prese d’aria. Ci pensa il lattoniere.

 

Gran bel lavoro eseguito a regola d’arte, tutto in officina. Come sostengo ormai da tempo, poiché non c’è una giulietta uguale all’altra, un bravo lattoniere taglia, sagoma, prova, riprova e salda: non acquista i pezzi da una televendita. E qui la cura nei dettagli si vede, specialmente in quei particolari ostici come i sedili dello spiderino (vedi sopra). Si passa quindi in verniciatura.

 

Per ora solo la prima fase: primer e olio di gomito. Se avrò altre fotografie potrei integrare questa (per ora magra) galleria con altre immagini della nostra 750 nera appena uscita dal forno. Ma vediamo il reparto meccanica, punto dolente dell’esemplare in questione, mancante del propulsore di primo equipaggiamento. Problema che tuttavia è stato risolto nei migliore e più onesto dei modi, impiegando un monoblocco nuovo non numerato.

 

[ Lavori in corso ]

One Comment leave one →
  1. 25 febbraio 2019 7:10 am

    Excellent documentation! Sometimes old girl friends show up when we least expect them.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: