Skip to content

Autospassionati senza rimpianti

31 agosto 2011

Meno uno. Se guardate nella colonna destra, al titolo Forums, vedrete che è scomparso il link a Passioneauto. Come mai? Non era questa una delle migliori piazze virtuali su cui confrontarci sugli argomenti che ci appassionano? Certamente, ma come dice un proverbio cinese, basta una cacchina di topo per inquinare un intero piatto di buon riso.

La vicenda sconfina largamente nel ridicolo ma è anche istruttiva, quindi ve la racconto dal mio punto di vista di topo sfrattato 😀

Poi, voi che potete, accederete eventualmente alle fonti, anche se, purtroppo, dovrete accontentarvi di una visione parziale, perché da quelle parti hanno cancellato un mio post, vale a dire censurato la mia replica a un moderatore inetto e litigioso. Pazienza… è tutto talmente chiaro.

Per farvela breve, è successo che in una discussione ormai al capolinea, intitolata (cito a memoria) “La Fiat Punto potrà mai avere un futuro come storica?“.

Feeeermi! Ve lo dicevo che c’era del ridicolo, ma non nel quesito in sé, che è perfettamente ammissibile e anzi, come vedremo, a suo modo stimolante. In questa discussione dunque ho inserito la seguente battuta di spirito (cito a memoria): “Certo, reincarnata in cucine, lavastoviglie e barattolame di vario tipo… ah benedetto il riciclaggio” 🙂

Che ci crediate o no, la battuta è stata giudicata “poco educata”, non dal diretto interessato, ma da un moderatore. A mia difesa argomentai che essa traduceva con sana ironia l’opinione già espressa della maggioranza, e che l’avevo inserita in coda, quando la discussione volgeva ormai ad ameno cazzeggio. Ebbene credo che la definizione del contesto in questi termini abbia fornito al moderatore (l’avete mai visto un forum dove non si cazzeggia mai?) il pretesto che cercava per fare uso ed abuso del suo poteruccio. Infatti, mi fece notare che “stavo esagerando” e che “qui nessuno cazzeggia mai” :D.

Aggiunsi dunque che, data l’intitolazione del topic (che tra l’altro, come acutamente notò un nostro amico che vi prendeva parte, implicava da sé una risposta negativa) nonché l’andazzo della discussione, ormai palesemente esaurita, l’unico modo di evitare tale deriva era spostare il focus nella direzione di un ripensamento dei criteri che definisco il valore storico delle vetture.  Era questa, del resto, la direzione verso cui muovevano alcuni dei contributi più interessanti. Non mancai infine di aggiungere un mio contributo in cui discutevo uno di questi criteri, prevedendone l’interazione con altri altrettanto pertinenti.

Che dire… per tutta risposta costui mi assalì con parole e tono irriguardosi. Ho dovuto dirgliene quattro (il post censurato, appunto).

Che la cosa abbia del comico lo vedete da voi. Ma ho anche detto che la vicenda è a suo modo istruttiva; infatti racchiude a mio avviso due insegnamenti.

Il primo è il seguente: impariamo a stare alla larga da qualunque luogo, virtuale o meno, dove la libertà di espressione sia condizionata in forza dei soliti pretesti ipocriti, non importa quanto diamo o riceviamo, guadagnamo o perdiamo. Via, senza rimpianti. Il giro di vite per la rete sta arrivando. Non lasciamoci intimidire da qualche caporale mancato convinto di essere Napoleone: mangiamocelo crudo per fare anticorpi, incuranti delle “regole” dietro cui usa trincerarsi. Di immuni in questo paese ne abbiamo pure troppi: tutti dobbiamo essere criticabili, in pubblico, alla luce del sole.

Il secondo insegnamento è che anche il più insulso dei quesiti può racchiudere in sé interessanti spunti di riflessione. Come accennato sopra, infatti, se propongo di discutere quante probabilità abbia mia sorella la zoppa di diventare Miss Italia, è chiaro che oltre a lanciare una provocazione sto implicando un paradosso che solleva immediatamente il problema dei criteri soggiacenti all’elezione.

Nel caso specifico (la Fiat punto), è ovvio che ammettere un tale oggetto di discussione implica ipso facto lo svuotamento del concetto stesso di valore storico, collezionistico o che dir si voglia, che va dunque ridefinito. E’ il passaggio obbligato, l’argomento che naturalmente si impone. Ostinarsi a discutere ignorando il paradosso è come fissare il dito che indica la luna; fare la guardia al dito e perndersela con chi la luna la vede è ottusità o malafede o entrambe le cose insieme.

13 commenti
  1. Pietro Bianchi permalink
    31 agosto 2011 12:21 pm

    e la Fiat Uno prima serie? seriamente.

  2. Emanuele permalink
    31 agosto 2011 1:08 pm

    se vabbè la Uno, che dire della Tipo!! ahahaahha

  3. Antonio permalink
    31 agosto 2011 1:13 pm

    PsOoohh, gente, Alejandro non scherza un c***o!!!! :-):-)

    Accidenti Ale, che storia!!

    Anni fa, dopo aver passato varie avventure in moto con un gruppo di amici reali e virtuali (ci eravamo conosciuti tramite un forum) il moderatore, un giorno, ha pensato bene di censurare un mio post. Ovviamente da allora me ne sono andato da quel forum e ho perso i contatti con quel gruppo di amici, nonostante alcuni di loro, a distanza di anni, non mancano di inviarmi regolarmente saluti e auguri.

    Il motivo della censura??? Assolutamente futile, ma un ottimo pretesto per il modesto moderatore per togliersi dalle palle qualcuno che, forse, fuori dal virtuale e de visu aveva più carisma di lui.

    In questo post ho messo ben 2 parolacce: vediamo se il moderatore ha il coraggio di censurarmi!!! 🙂 .-)

    Ale, mi spiace (anzi mi piace molto…) dirlo, ma sei una presenza scomoda!! Uno come te, pignolo, attento, competente e soprattutto capace di scrivere e di elaborare pensieri articolati e profondi, non è gestibile da un nerdy (…e per fortuna!!!)

    A parte tutto ho trovato il tuo commento sul futuro della punto molto simpatico 🙂

    A presto
    Anto

    ps Un mio carissimo amico prete dice sempre: un prete senza nemici, non è un buon prete!

  4. Antonio permalink
    31 agosto 2011 2:34 pm

    Ale,

    Sono andato a leggermi i tuoi post (quelli rimasti…) e i commenti del moderatore.

    Un solo, unico, sintetico e risolutivo pensiero: perle ai porci!!!

    🙂

    Ciao
    Anto

  5. 31 agosto 2011 9:18 pm

    Cari tutti
    grazie dei vostri commenti. Mi scuserete se non (ri)entro in argomento. Dopo la Punto c’è… l’a capa 🙂

    Ho scritto “senza rimpianti” e infatti è così, ma il prezzo da pagare è il dispiacere di aver spezzato il filo che mi legava a molti amici (Virtuali? mah, non solo) conosciuti in quella piazza. Lì c’è della gente in gamba, aperta, intelligente, anche tra i mod. Peccato: il chicco nero c’è, il piatto è inquinato.

    E poi c’è questa nuova ‘missione’ assegnatami da don Antonio…
    Ora pro nobis 😀

    • gimmy permalink
      1 settembre 2011 7:44 pm

      L a saccenza e lo snobbismo sono le cose che su passione auto odiano,quindi tu rientri a pieno titolo in questo settore…..oltretutto il post parlava della tipo,non della punto…..quindi hai parlato senza leggere bene……hanno fato bene a cacciarti,sai non tutti sono propietari di alfa da 50 mila euro,boh magari impari a stare al mondo con questo allontanamento……ora visto che sbandieri “libertà di stampa”….dovresti pubblicare anche questi commenti…..no???

      • 1 settembre 2011 9:10 pm

        Benvenuto Gimmy

        Eccoti servito. Figurarsi se mi lasciavo sfuggire una perla come la tua 😀

  6. GTI79 permalink
    1 settembre 2011 1:17 pm

    Salve a tutti, sono uno dei moderatori di passioneauto e la diffamazione non mi piace, quindi preciso alcuni punti:
    1) noi moderatori se cancelliamo un post lo facciamo perchè l’esperienza maturata in questi anni ci fà capire al volo se una frase può scatenare un polverone frà gli utenti;
    2) l’utente “spiderveloce” è stato allontanato dal forum perchè assolutamente intollerante nei confronti delle decisioni prese, ma soprattutto per gli insulti rivolti al moderatore medesimo.
    Le regole sono fatte per essere rispettate, nel bene e nel male.

    Buon proseguimento a tutti.

    • 1 settembre 2011 8:54 pm

      Benvenuto GTI79
      gli utenti di passioneauto sono e saranno sempre i benvenuti, compresi i moderatori, non esclusi quelli che, come te, dicono falsità.

      Ora, dì un po’, hai anche un punto 3) e un punto (4) o passo direttamente a demolire le sciocchezze che hai appena messo nero su bianco?

      [ex]utente Spiderveloce 😉

  7. arcangelo permalink
    2 settembre 2011 4:56 am

    lo dico a jimmy e GTI79 , basta ragazzi , lasciate perdere , in quanto a spiderveloce ……per la tua assenza dal forum di passioneauto …beh ce ne faremo una ragione …….e cmq hai ragione …di la’ sono brutti sporchi e cattivi uno del tuo calibro e’ sprecato ……stanne pure fuori

  8. GTI79 permalink
    2 settembre 2011 8:05 am

    Per me puoi dire quello che vuoi, io ci tenevo solo a fare una precisazione perchè per tutti noi il discorso era chiuso lì (come è sempre stato quando ci sono stato diattribe), ma che si vada a parlare male di noi in altri posti non mi và.
    Non ti nascondo che anche per noi è stata una delusione ed una sorpresa tutto questo, perchè non c’erano mai state avvisaglie di possibili problemi da parte tua in passato.
    Detto questo, se vuoi che ci confrontiamo ti prego di farlo in privato al mio indirizzo e-mail perchè non è carino farlo in pubblico.

    Saluti. Stefano

  9. 2 settembre 2011 11:24 am

    Ecco date retta ad Arcangelo, che ogni volta che aprite bocca fate dei danni.

    Il discorso era chiuso lì, gentile Stefano, finché non sei venuto a sibilare qui da me, ad aggiungere del veleno nel piatto già inquinato. Diffamazione? Beh dovresti stare attento a come usi le parole, tu che sei del mestiere.

    Di diffamatorio non c’è nulla nella mia denuncia di un fatto inaccettabile che riguarda l’operato di una singola persona. Ne abbracci la causa? Benissimo; tenti una difesa in termini corporativi? Legittima. Puoi fare questo e altro, ma non puoi farlo affermando il falso e nemmeno, qui da me, portando le giustificazioni ridicole che spacci ai tuoi utenti sulla base del presupposto, del tutto infondato, che siano dei bambini censurabili a cuor leggero in nome dell’ordine e del rispetto delle buone maniere.

    E’ falsa l’affermazione secondo cui avrei insultato il “moderatore medesimo”. E questo non è “carino”, tanto meno avendo voi eliminato, assieme alla mia replica, ogni possibilità di raffronto. Direi anzi che questa è una bella porcata.

    E’ assurda cioè priva di consistenza logica l’affermazione secondo cui sarei stato “allontanato” (congratulazioni per la precisione lessicale, ancorché gratuita ;)) perché “assolutamente intollerante nei confronti delle decisioni prese” [?!]. A quali decisioni mi sarei opposto con “assoluta intolleranza”? Prese da chi? Quando? Mah… facciamo che ti rileggi quel che hai appena scritto?

    E’ vessatoria e sconcertante la giustificazione allegata al punto (1): vessatoria perché, come detto sopra, colloca la libertà di espressione degli utenti in subordine rispetto all’arbitrio di chiunque abbia in mano un paio di forbici, che le sappia o meno usare. Sconcertante perché mi conferma, con imprevedibile candore, che queste decisioni (la cui gravità evidentemente vi sfugge) le prendete così, a naso, “al volo” come dici te, forti di una non meglio precisata “esperienza” 😀

    Beh mi spiace, ma da quel che ho visto e mi ritrovo testé confermato, di tutta questa esperienza io non ne vedo il riflesso, né nella gestione del singolo caso che mi riguarda né nel tentativo di mettervi al riparo dalla critica che ne consegue.

    Quindi facciamo contento Arcangelo: ve ne tronate alle vostre facende e mi usate la cortesia di non ammorbarmi oltre con discorsi insensati. Io, che di tempo ve ne ho dedicato, per voi non ne ho più, e me ne torno alle mie.

    [chiuso]

  10. Antonio permalink
    2 settembre 2011 11:28 am

    Ale,

    Complimenti!!!

    L’eleganza che si addice ad un perfetto padrone di casa.

    C’è di che imparare… 🙂

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: