Skip to content

Selleria Giulietta Spider

4 marzo 2018

I telai riparati fa Fausto erano in lavorazione già prima di Burian, che questa settimana mi ha tagliato la strada verso l’OFG. Ora sono quasi finiti. Ci pensa Antonello a mandarmi qualche scatto. Certo, fosse bravo a inquadrare quanto lo è nel suo mestiere avrebbe fatto carriera non all’OFG ma con Robert Capa.

Qui contano i fatti però, mica le immagini! Di castronerie in questo reparto ne ho viste eccome: 5 o 7 coste anziché 6; rigonfiamenti a pallone o viceversa sedute e spalliere troppo lasche; fianchi irregolari, pieghe maldestre e via di seguito. Quel sedile invece mi sembra davvero ben fatto.

A occhio, certo… perché devo ancora andarci a toccare con mano, a collaudare, diciamo, sia pure da fermo. Comunque, viste le premesse non credo proprio ci sia da preoccuparsi. I grattacapi invece mi arrivano con l’ennesimo acquisto sbagliato: il cadenino dietro alla spalliera!

Presi in fiera da Cicognani. Vedete cosa c’è scritto? Beh, andrebbe bene se si trattasse di un esemplare di transizione con telai a sedile regolabile, ma il mio è nato con quelli di prima serie, quindi nisba. Ci vuole il tipo a ‘U’, più sottile.

Niente panico (ci mancherebbe: ci ho fatto il callo), li faremo arrivare in men che non si dica. A presto.

ps. Foto tappezzeria originale montata sul mio esemplare 101 costruito a luglio 1960. 

giulietta-spider-1960-tappezzeria-originale

 

 

Annunci
4 commenti leave one →
  1. 5 marzo 2018 1:57 am

    We should all have an upholstery man like this in our area. That is some of the best seats I have seein in a long time. Should feel good to the fanny too!

    Mi piace

  2. Giorgio permalink
    5 marzo 2018 7:52 pm

    Credo sia meglio senza cuciture longitudinali, visto che sono state introdotte solo tra settembre e ottobre del 1960 e la tua Giulietta mi sembra anteriore come fabbricazione.

    Mi piace

    • 8 marzo 2018 10:12 am

      Ciao Giorgio,
      no, non è così. Non so quale sia la tua fonte ma è chiaramente inattendibile. La documentazione sulla Giulietta e in generale sulle Alfa dell’epoca è piuttosto inconsistente e spesso contraddittoria. Persino Manuali e cataloghi delle parti di ricambio riportano errori, sviste, omissioni, cose pensate, deliberate ma mai implementate.
      Perciò, come detto in più di un’occasioni, il ricorso alla letteratura è opportuno solo quando mancano evidenze dirette: contano in primo luogo le cose viste sugli esemplari, solo dopo le parole.
      E in questo caso abbiamo due ordini di evidenze: a) decine di esemplari 101 di transizione dotati di sedili con cuciture longitudinali; ma soprattutto b) le tappezzerie che ho smontato io stesso dalla mia Giulietta, originali e più volte rattoppate.

      [Foto sopra, in fondo al Post]

      La mia 101 montava i sedili con telai da 750 ma era tappezzata come sopra. Molto probabilmente al tempo, mentre si procedeva ad aggiornare le tappezzerie, si continuava nondimeno a impiegare telai sedili vecchi rimasti in magazzino.
      Sulle 750 di transizione invece sì, la finta pelle era solitamente bella liscia come nella prima serie.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: