Vai al contenuto

Giornata prove e rientro ai Box

21 giugno 2020

Dopo il montaggio del cambio nuovo e la revisione dell’impianto frenante, venerdì scorso ho ritirato la mia Giulietta dalla Car2001 per una giornata di prove, conclusasi purtroppo con il rientro ai box sul carro attrezzi. Ve la racconto per immagini.

Infatti, finché non sia chiaro cosa è andato storto non ho molto da dirvi. Una bellissima giornata di sole, quindi evase le formalità di rito, onorata una fatturina perfettamente nella norma – e anzi direi contenuta per la mole di lavoro fatta sull’auto – per prima cosa giù la capote: con l’aiuto di Paolo, che in due si fa prima e meglio.

Quindi siamo pronti per uscire… ma ecco che non tutti sono d’accordo. Un etologo ci direbbe che il nostro amico a 4 zampe sta controllando il territorio; io invece incomincio a pensare che, saranno pure daltonici, ma un occhio per la bellezza chissà che non ce l’abbiano anche loro… vacci a capire. Altrimenti perché, fra le tante auto in officina, il pisolino vanno a farselo proprio sotto la giulietta? 🙂

Eccoci sulla soglia, sul vialetto, al portone e finalmente fuori. Basta anidride carbonica da aria respirata sette volte dentro la mascherina: è ora di riempirsi i polmoni con un bel po’ di aria fresca di montagna. Mi segue mia moglie sulla IQ e toh, scatta anche qualche bella fotografia.

Una bella ventata anche per la Giulietta dopo la lunga quarantena. Nessun problema: dopo qualche colpo a vuoto da espurgo il motore gira tondo; pressione olio regolare; temperatura acqua nella norma. Il cambio nuovo fa la sua figura, almeno a bassi regimi: poi vedremo sulla Statale. Il tragitto da San Severino Marche a Macerata lo facciamo in scioltezza e, giunti a destinazione, faccio qualche altro giro in città, poi la porto in garage e vado a pranzo.

La riprendo nel pomeriggio. Controllo i livelli: tutto a posto. Mi avvio a compiere il mio dovere di bravo volontario nella sede locale dell’Istituzione in cui presto servizio. La parcheggio all’ombra e non resisto: oltre a far vedere il motore ai colleghi curiosi, faccio qualche altra foto: me lo chiedono gli sfondi.

Finito da quelle parti mi rimetto in macchina e vado a fare un 20ino di benzina fresca con l’idea di tirarle un po’ il collo in statale. Faccio il giro lungo e mi becco una coda in attesa che passi il treno: la temperatura sale ma non eccessivamente e poi ci si muove, quindi la discesa e imbocco la SS 77 in direzione Tolentino.

Seconda, terza, prendo velocità, quarta: la stabilità dell’auto al limite consentito è perfetta; non tira né a destra né a manca, fila dritto. Prova freni: efficienti. La lancio. Il mio tachimetro però non la dice giusta: incomincio a sorpassare macchine che probabilmente andavano a 110. Il mio segna poco sopra i cento, poi 110. I giri sono 4K, 4,5. Approccio l’uscita di Tolentino Zona industriale, scalo, fumo bianco! Faccio il giro e rientro a Macerata: ancora fumo. Punto il garage ma alla rotatoria dello Sferisterio mi fermo: si ferma anche il motore e una nube di fumo, sempre bianco, mi investe. La lascio andare in discesa verso quartiere La pace e parcheggio.

Ore 20: il tabaccaio tira già la saracinesca. Un passante, ex meccanico FIAT, si ferma e insieme diamo un’occhiata: Il motore è troppo caldo, il radiatore invece no! Sono hazzi… Chiamo i soccorsi. Intanto una telefonata a Marco che mi guida in una serie di test: la ventola gira; un paio di tentativi e il motore riparte: la pressione dell’olio c’è. Spegniamo comunque, per non fare altri danni, perché poco ma sicuro il danno c’è: la guarnizione della testata potrebbe essere compromessa, se non andata.

Il carro attrezzi della Car2001 arriva in tempo record e altrettanto velocemente la Giulietta è messa su.  Ecco, giornata di prove chiuse: è andato tutto bene, tranne gli imprevisti.

A presto.

 

10 commenti leave one →
  1. 21 giugno 2020 9:17 PM

    OH NO! The dreaded headgasket. This is why so many were parked and never repaired to go on the road again. Did you use a new style gasket and retorque the nuts after 500 miles?

    "Mi piace"

    • 22 giugno 2020 10:17 am

      Yes, all the retorque work has been done after the first 950 Km. The gasket was actually the new style, and I think we will need a new one right now :-/

      "Mi piace"

  2. Giovanni Passerini permalink
    22 giugno 2020 8:33 am

    Ciao Alejandro, sono dispiaciuto per ciò che ti e’ successo ma, se la cosa ti può consolare , e’ più o meno quanto accadde a me dopo aver percorso appena un centinaio di km in 4/5 uscite.
    Guarnizione testa bruciata per causa, secondo il meccanico che ha provveduto al ripristino della Giulietta, del cattivo funzionamento del termostato tipo “barilotto” nuovo (avanzo magazzino) montato nel manicotto.
    Ora, sempre su consiglio del meccanico e visto l’uso prevalentemente estivo non è installato ed il veicolo , facendo i debiti scongiuri, sembra rispondere bene. Spero che tutto si possa risolvere per te nel migliore dei modi.
    Un cordiale saluto
    Giopass

    "Mi piace"

    • 22 giugno 2020 10:23 am

      Sì, infatti anche il mio era nuovo da fondo magazzino. L’avevamo testato più volte e funzionava correttamente. Comunque confermo, d’estate va tolto e l’impianto lasciato a ciclo continuo: lo si faceva già al tempo.
      Un’altra soluzione è praticare un piccolo foro passante dentro al termometro, che facilita l’apertura in caso di blocco. Tutte soluzioni purtroppo “postume”. Stiamo valutando i danni 😐

      "Mi piace"

  3. Andrea permalink
    22 giugno 2020 9:58 am

    Oh my God😱
    1: hai perso tutta l’acqua di raffreddamento
    2: bello quel cilindro ottonato, ma è più bello se dentro è senza termostato.

    Intoppi a parte, l’auto è stupenda👍
    Dai che prima o poi verrò a trovarti con la mia e gareggeremo sulle tue bellissime strade di montagna.

    "Mi piace"

    • 22 giugno 2020 10:29 am

      Ciao Andrea,
      mi piace la tua definizione: “intoppo”. Chris (alfadoc) sopra dice che questo problema ha spinto molti a parcheggiare definitivamente la Giulietta in garage. Beh, non sarà il caso nostro: ti aspetto fra i tornanti marchigiani (nei due sensi di “aspettare”) 😀

      "Mi piace"

  4. Luigi permalink
    24 giugno 2020 10:57 PM

    ma se il cambio è nuovo e il contachilometri revisionato come è possibile che non viene indicata la giusta velocita’,è probabile che non hai calcolato visivamente quella reale….mi spiace per quello che ti è successo ,ma sai sui mezzi d’epoca gli imprevisti fioccano….ci puo’ stare coraggio 🙂 ciao

    "Mi piace"

    • 12 luglio 2020 9:55 am

      Ciao Luigi, infatti non è semplice calcolare la velocità reale. Magari prima o poi mi fanno una bella foto con l’autovelox e la didascalia sotto. E allora sarà tutto chiaro 🙂

      "Mi piace"

  5. sergio permalink
    26 giugno 2020 11:34 PM

    purtroppo , facilmente e’ successo proprio cio’ che si sospetta….il termostato non ha aperto..strano che lo strumento sul cruscotto non abbia segnalato la temperatura giusta, forse che il bulbo sia situato a valle del termostato ?il trucco del buchino e’ per far passare il vapore, cosi’ che l’acqua sia sempre a contatto con il termostato, io , sulla giulietta sprint, lo toglievo d’estate e lo rimettevo ad ottobre,( altrimenti niet riscaldamento in inverno) sempre con buchetto sulla carcassa, poi ho trovato un termostato originale della giulia primo tipo, e’ regolabile tramite una vite , cosi’ ho regolato l’apertura sui 78 gradi…..che vedo fa’ restare l’acqua a 90, sia in estate che in inverno, pero’ e’ un termostato diverso dal tuo, montato sul collettore di aspirazione…non nel manicotto, ed il bulbo che fa funzionare lo strumento e’ a monte del termostato, vicino allo stesso…poi per sicurezza e preservare il motore ho messo una piccola ventola elettrica, (invisibile) che accendo alla bisogna, quando sono in colonna d’estate…buena sorte per la tua guarnizione testata, ciao ,Sergio, Como

    "Mi piace"

    • 12 luglio 2020 9:53 am

      Ciao Sergio,
      grazie delle dritte. Decisamente, con queste temperature il termostato va tolto. Al riscaldamento penseremo poi quando sarà il momento. Purtroppo pare che i danni siano più gravi, come spiegherò nel post di oggi :-/

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: